Pin It

Pochi giorni fa, il 9 aprile, il cantautore-pianista-satirico-matematico americano Tom Lehrer ha compiuto 91 anni. È possibile che non sia abbastanza noto fra i lettori di MaddMaths! e i matematici italiani in generale (ma il progetto Polimath ne ha parlato qui). Per riparare a questa eventuale lacuna, presentiamo un piccolo ritratto di Lehrer scritto da Adam Atkinson.

Una conoscenza di base di Tom Lehrer può essere utile se frequentate anche minimamente ambienti con matematici o scienziati di madrelingua inglese, più o meno per lo stesso motivo per cui per me è opportuno capire che “E io pago” e “come se fosse antani” sono riferimenti culturali di base per qualsiasi italiano adulto. Non saprei dirvi quanto sia conosciuto in generale nei paesi di lingua inglese, ma Cameron Mackintosh (quello di “Cats”) ha fatto uno spettacolo con le sue canzoni, “Tom Foolery” all’inizio degli anni 80. “The combined profits of Cats and Tomfoolery made Cameron into the man he is today”, dice Lehrer.

Lehrer da giovane in buona compagnia

La sua citazione più nota è forse “It is a sobering thought, for example, that when Mozart was my age, he had been dead for two years.” (Ti dà da pensare, per esempio, che quando Mozart aveva la mia età, era già morto da due anni.) Questa frase si trova dall’introduzione di “Alma” che si può vedere in questo video:

La biografia di Tom Lehrer si trova abbastanza facilmente in giro (Wiki in inglese è infinitamente più utile della versione italiana) quindi mi limito a citare alcune delle sue canzoni più note a beneficio del pubblico di MaddMaths!

Come molte persone, ho conosciuto Tom Lehrer quando il nostro insegnante di chimica ci ha fatto ascoltare la sua versione cantata del sistema periodico, “The Elements”

Questa canzone usa la musica di “I Am the Very Model of a Modern Major-General” di Gilbert and Sullivan. Questa canzone è così nota nei paesi di lingua inglese che la conosco perfino io, e la mia ignoranza della musica può essere paragonata forse solo alla mia ignoranza della teoria dei gruppi. E se vi chiedete come mai ho capito la battuta su Mackintosh e “Cats”, in effetti ammetto di aver chiesto “Chi e cosa?” quando l’ho sentita.

Due delle sue canzoni trattano la matematica. “Lobachevsky”  spiega come funziona la ricerca

“New Math” spiega la cosiddetta “nuova matematica” in auge negli Stati Uniti quando Lehrer ha cominciato la sua carriera musicale. “In the new approach, as you know, the idea is to understand what you’re doing, rather than to get the right answer.” (Nel nuovo approccio, come sapete, l’idea è di capire cosa stai facendo, invece di dare la risposta giusta)

“Wernher von Braun”  è una ninna nanna sul noto scienzato nazista.

“Vatican Rag”  magari piacerà ad un pubblico italiano.

Fra le sue opere ci sono anche delle canzoni d’amore insolite fra cui “I Hold Your Hand in Mine”

“When You are Old and Grey”

e “The Masochism Tango”

ma quasi tutte le sue canzoni sono abbastanza divertenti. Ammetto di essere troppo giovane, non-americano e/o ignorante per capire alcuni dei riferimenti nelle canzoni che prendono in giro cose e personaggi degli anni 50 e 60.

Adam Atkinson

 

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin