Pin It

A cominciare dalla sua prima uscita del 2016, Archimede ospita Archimedia, una rubrica di fumetti e altri media curata da Andrea Plazzi. Nel n. 2/2019 trovate “Delitto nella Savana”, un fumetto Giovanni Eccher (storia e testi) e Federico Bertolucci (disegni) in cui le teorie sulla dinamica della popolazione di Volterra vengono utilizzate per risolvere un originale caso poliziesco. Qui sul sito presentiamo come al solito la prefazione di Andrea Plazzi, l’intera storia è ovviamente nella rivista.

Vito Volterrra (Ancona, 1860 – Roma, 1940) è stato uno dei maggiori matematici italiani, tra gli ideali traghettatori della consolidata analisi ottocentesca verso i grandi sviluppi del Novecento, come l’Analisi Funzionale. Fu un matematico fantasioso e originale, con una consapevolezza acuta dell’importanza cruciale delle applicazioni della disciplina, mai disgiunta da una visione sempre d’insieme e profondamente unitaria. È stato inoltre una figura modernissima di matematico-politico (fu Senatore del Regno), amministratore e “manager”, in qualità di fondatore e primo Presidente del CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Tra i grandi filoni di ricerca a cui ha contribuito c’è quello delle applicazioni della matematica alla biologia. In particolare, Volterra sistematizzò lo studio dell’evoluzione delle popolazioni che interagiscono tra loro in un ambiente, con una serie di memorie a partire da quella storica del 1926 (“Variazioni e fluttuazioni del numero d’individui in specie animali conviventi”). Tra i vari modelli applicati con successo a numerosi casi concreti, il più celebre è quello “predatore-preda”.

Giovanni Eccher e Federico Bertolucci lo ambientano per Archimede in una savana bruciata dal sole e decisamente lisergica, in uno stile grafico che è chiaro omaggio a Saul Bass, il grande autore di storici manifesti per classici del cinema come Vertigo, Spartacus o Psycho.

Andrea Plazzi

Giovanni Eccher (Milano, 1976) è laureato in Lettere Moderne e ha lavorato nel cinema come addetto agli effetti speciali, sceneggiatore e regista. Dal 2010 scrive per le serie Dampyr, Nathan Never, Dylan Dog e Zagor di Sergio Bonelli Editore. Per Archimede ha già scritto due episodi di Le improbabili avventure di Blaise e Pierre, Versoria Vitæ, Un kebab con Khayyām, La morte di Euclide e Blue Notes.

(Viareggio – LU, 1973) è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara. Frequenta successivamente l’Accademia Disney, disegnando per il settimanale Topolino e per la serie Witch. Da diversi anni lavora prevalentemente per il mercato francese dove pubblica soprattutto con le serie Love e Brindille (Vents D’Ouest – Editions Glénat), su testi di Frédéric Brémaud. È l’unico autore italiano ad avere ricevuto cinque nomination ai prestigiosi Eisner Awards, considerati i “Nobel” del fumetto mondiale.

 

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin