Pin It

Sette semplici lezioni di matematica, di Francesco Malaspina, è un viaggio leggero alla scoperta della matematica, attraverso una serie di delicate metafore e suggestioni. Ce ne parla Alberto Saracco.

Il sottotitolo recita d’amore, morte, calcio, meringhe e geometria, ed è infatti servendosi degli argomenti più disparati. Dalla passione nazionalpopolare per il calcio (l’autore è uno sfegatato tifoso del Parma Calcio) ai film Disney come Frozen, dall’architettura di Gaudì all’arte romantica, ogni spunto è buono per parlare un po’ di matematica, che “è grande quanto tutta la cultura”, per dirla con le parole di Malaspina.

Le sette semplici lezioni trattano i più diversi ambiti della matematica, dalla logica all’algebra, dalla geometria lineare a quella della gomma (la topologia), dall’analisi alla matematica applicata. Francesco Malaspina si diletta a sfiorare gentilmente vari diversi aspetti della sua amata disciplina, raccontandoli e facendoli assaporare al lettore grazie all’uso di metafore. Ogni capitolo è apparentemente a sè stante, una lezione separata dalle altre, ma in realtà capitolo dopo capilo, lezione dopo lezione, si dipana nella mente del lettore una immagine della matematica come un grande quadro unitario, composto sì da parti molto diverse tra loro, che però interagiscono tra loro e si arricchiscono l’un l’altra.

I capitoli più riusciti sono a mio avviso il quarto, dove Francesco Malaspina racconta l’algebra lineare, forte della sua esperienza di docente di Geometria al Politecnico di Torino, con esempi semplici ma fortemente evcativi. In poche pagine riesce a passare dall’introduzione del concetto di linearità fino alla classificazione delle coniche; e il settimo, dedicato alla matematica applicata, dove i concetti teorici della matematica pura delle lezioni precedenti sembrano mettersi a lavorare tutti insieme per uno scopo applicato. Il trionfo della matematica: l’applicazione della matematica figlia della comprensione profonda della matematica pura.

Sette semplici lezioni di matematica è una lettura leggera, che dà un’idea al lettore di quanto sia ampia la matematica, senza (volutamente) scendere nel dettaglio. Il lettore incuriosito potrà poi cercare altrove una maggiore profondità. Al contempo, fornisce un quadro d’insieme di cosa sia la matematica, o almeno dell’idea di essa che ne ha Francesco Malaspina, molto precisa.

Ogni lezione è imprezionsita da una poesia dell’autore, a tema matematico, che riassume in forma giocosa il contenuto della lezione stessa.

Trovo che la scrittura di Francesco sia migliorata dal suo primo libro, Dio e l’ipercuboLe parole ora scorrono più facilmente e le metafore sono più azzeccate. Le sette semplici lezioni di matematica sono particolarmente consigliate a chi voglia riappacificarsi con un ricordo scolastico non troppo lusinghiero di questa materia o a chi voglia capire cosa sia la matematica nel suo insieme, volando un po’ più in alto della singola formula risolutiva o procedura di calcolo, a cui spesso purtroppo viene ridotta nel percorso scolastico.


Fracesco Malaspina
Sette semplici lezioni di matematica.
Lindau, 105 pp., 12,50 euro
Compralo su Amazon.
Compralo su Lindau.

 

 

 

 

 

Alberto Saracco

Pin It
This website uses the awesome plugin.