Pin It

Fin da piccoli impariamo che la matematica serve a risolvere situazioni pratiche, ho una brioche e sono con il mio amichetto, devo dividerla per due. Poi nel corso degli studi dimentichiamo che, se anche a livelli più complessi, la matematica serve a rispondere a domande concrete e a problemi reali, e per molti diventa un linguaggio astratto e complicato. Il traffico, i danni da inquinamento sui monumenti e anche l’invenzione di nuovi vaccini,  possono essere risolti con l’aiuto della matematica, come succede nei laboratori del Cnr.
Roberto Natalini, neo-direttore dell’Istituto per le applicazioni del calcolo “Mauro Picone” del Cnr, si occupa di matematica applicata ovvero quella matematica utilizzata per rispondere ai problemi che riguardano i più vari settori scientifici e pratici. Ricerche dove è necessario elaborare e capire il problema spesso usando linguaggi diversi, lavorare in collaborazione con ambiti scientifici molto differenti e “riuscire a parlare anche a chi la matematica non la sa per niente”.

Video prodotto e realizzato dalla WebTV del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Roberto Natalini [coordinatore del sito], è dirigente di ricerca del CNR, e lavora a Roma presso l’Istituto per le Applicazioni del Calcolo “Mauro Picone”. I suoi principali interessi scientifici riguardano lo studio analitico e numerico delle equazioni alle derivate parziali (in particolare quelle iperboliche e paraboliche) e le loro applicazioni che comprendono, tra le altre, la biologia, la conservazione dei monumenti, il traffico e la gasdinamica.

Twitter Google+ 

Pin It
This website uses the awesome plugin.