Pin It

Si terrà a Roma il 10 novembre, presso il Dipartimento di Matematica di Sapienza Università di Roma, una giornata di studio organizzata da UMI-CIIM, dedicata all’insegnamento della matematica nella scuola primaria, in cui si discuterà dei possibili approcci metodologici esistenti. Negli ultimi tempi infatti molte discussioni didattiche, anche su queste pagine (vedi qui e qui), si sono svolte intorno alla maggiore efficacia di un metodo su un altro. Con questa giornata si cercherà, attraverso contributi di alcuni esperti del settore, l’analisi di esperienze sul campo e laboratori didattici, di fare un po’ il punto della situazione.

Titolo: Insegnamento della matematica nella scuola primaria: esiste un metodo?
Giorno e orario: 10 novembre 2018, dalle 10 alle 17
Luogo: Dipartimento di Matematica, Sapienza Università di Roma, Piazzale A. Moro 5, 00185 Roma Mappa

Programma

10:00 – 11:00 Conferenza Plenaria: Rosetta Zan
11:30 – 13:00 Tavola Rotonda: Annalisa Cusi, Francesca Morselli, Roberta Munarini, Benedetto Scoppola

 14:30 – 17:00 Laboratori (all’iscrizione i partecipanti dovranno indicare due preferenze e verranno assegnati a un laboratorio):

Gabriella Romano
Pieghe matematiche: origami per visualizzare, porsi problemi e argomentare
Sunto: Piegare un origami semplice può sembrare soltanto un momento ricreativo. E spesso per i bambini lo è, ma per l’insegnante può essere una grande risorsa per “fare” matematica, un’occasione per abituare ad osservare, a scoprire relazioni tra le forme create, per “toccare” con mano la geometria (…e non solo)

Cristina Sperlari
Problemi e laboratori di storia della matematica
Sunto: Chi ha inventato la matematica? In questo laboratorio gli insegnanti potranno conoscere le storie di alcuni grandi matematici e sperimentare gli stessi problemi che li hanno coinvolti con così tanta passione. La storia della matematica diventa storia vissuta attraverso attività laboratoriali che stimolano il ragionamento e le abilità di problem solving in modo ludico, appassionante e divertente. Raccontare a bambini e ragazzi l’evoluzione storica di questa disciplina può così diventare una strategia didattica efficace per costruire concetti matematici passo dopo passo, partendo da motivazioni ed esigenze pratiche

Lucia Stelli
Il progetto PerContare: dalla ricerca didattica alla pratica di classe per prevenire difficoltà persistenti in matematica
Sunto: Insegnare e apprendere l’aritmetica sono attività complesse, delicate. È fondamentale fin da subito proporre “buone pratiche” per prevenire l’insorgere di difficoltà che possono diventare fonte di prestazioni basse persistenti e influire negativamente in tutto il percorso educativo matematico. PerContare propone vari percorsi per le classi prima e seconda, sviluppate nell’ambito di studi di ricerca e sperimentazione didattica, volte a sviluppare il senso del numero. Questo viene realizzato con una didattica laboratoriale che usa una varietà di artefatti ad alto potenziale didattico rispetto ai significati matematici in gioco, promuovendo una varietà di strategie alternative di calcolo e, in generale, processi di argomentazione, congettura e discussione matematica.

Elena Marangoni
Aral e RMT – un binomio possibile
Sunto: Incidere positivamente sull’immagine della matematica e sulla didattica della disciplina, imparando ad argomentare, a spiegare idee e procedimenti, relazioni, processi risolutivi. Il problema atipico in matematica, senza parole chiave, senza necessariamente applicare formule, ma negoziando in forma verbale la ricerca di una soluzione: ArAl e RMT, due progetti per un percorso comune.

Comitato scientifico: Anna Baccaglini-Frank, Antonella Castellini, Maria Alessandra Mariotti, Ketty Savioli, Roberto Tortora
Organizzazione: Donatella Di Girolamo, Marco Isopi, Enrico Rogora

Iscrizioni: Identificativo Sofia 21539 http://www.umi-ciim.it/iscrizione-convegno-insegnamento-della-matematica-nella-scuola-primaria-esiste-un-metodo/
Contatti: matematicaprimaria@mat.uniroma1.it,  http://www1.mat.uniroma1.it/ricerca/convegni/2018/matematicaprimaria/

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin