Nicola Fusco

On October 17, 2010

Questo mese, ‘vittima’ del nostro Test di Proust [math reloaded] è Nicola Fusco: definito a più riprese dai giornali l’ “archimede napoletano”, Fusco è, meno folcloristicamente, professore di Analisi Matematica all’Università Federico II di Napoli. Premio Caccioppoli (1995) dell’Unione Matematica Italiana, di recente è stato eletto Socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei ed è stato invitato (unico italiano) al Congresso Internazionale dei matematici che si è tenuto in India ad agosto, per tenere una conferenza generale.

 

1. Il tratto principale del mio essere matematico
Curiosità e passione

2. La qualità che desidero in un matematico
Intuito

3. La qualità che preferisco nella matematica
La semplicità delle idee fondamentali

4. Quel che apprezzo di più nei miei colleghi matematici
Fantasia

5. Il mio principale difetto come matematico
Lentezza

6. La mia lettura matematica preferita
Quella che mi propongo e non ho il tempo di fare

7. Il mio sogno come matematico
Riuscire a dare una risposta alle domande che mi girano per la testa

8. Qual è la principale debolezza della matematica
Formalismo e tecnicismo

9. Il matematico che vorrei essere
Quello che rimane curioso e vivo per tutta la vita

10. Il paese dove vorrei vivere
Australia

11. L’esercizio matematico che preferisco
Quello che mi impegna a lungo, ma che poi riesco a risolvere

12. Il teorema che amo
Tutti quelli semplici da intuire e difficili da dimostrare

13. L’applicazione della matematica che preferisco
La fisica di Newton

14. I matematici che mi hanno indirizzato
Quelli più bravi di me con cui ho avuto l’occasione di collaborare o di discutere di matematica. E fortunatamente ne ho incontrati molti

15. I matematici che mi hanno dissuaso
I formalisti

16. Il nome della variabile che preferisco
Epsilon e delta sono le preferite

17. Il tipo di calcolo che preferisco
Differenziale e integrale

18. Il tipo di calcolo che utilizzo di più
Differenziale e integrale

19. Il tipo di calcolo che mi annoia maggiormente
Nessuno, mi piacciono i calcoli

20. I nomi che preferisco (teorema, corollario, lemma…)
Lemma; di solito è astuto

21. Quel che detesto più di tutto
L’ingiustizia

22. I matematici che disprezzo di più
I maneggioni

23. L’impresa scientifica che ammiro di più
L’esplorazione dell’universo

24. La riforma culturale che apprezzo di più
La rivoluzione scientifica del sei-settecento

25. Il dono di natura che vorrei avere
Essere dotato per la musica

26. Da matematico, come vorrei essere ricordato
Non credo che valga la pena ricordarmi

27. Stato attuale dei miei studi
Andante con brio

28. Gli errori che mi ispirano maggiore indulgenza
Quelli fatti in buona fede

29. Il mio motto
Resistere, resistere, resistere

Luoghi comuni, curiosità et alia

1. Perché la matematica dovrebbe descrivere l’universo?
Perché (forse) l’universo è scritto in linguaggio matematico

1b. Lei ha descritto l’universo? e cosa in particolare?
Ogni enunciato matematico descrive una verità universale, anche se infinitesima

2. Perché la ricerca matematica è uomo?
Non credo che la ricerca matematica sia uomo.

2b. Dove sono finite le donne?
Di solito a fare cose più concrete e più immediatamente utili della matematica

3. La matematica applicata cresce alla stessa velocità dei software matematici?
I software matematici sono parte della matematica applicata

3b. Quale funzione potrebbe modellizzare la crescita del settore della matematica di cui si occupa.
Una funzione lineare, ma non saprei quantificarne la pendenza.

4. Quanto conta lo studio nella risoluzione di grosse questioni matematiche?
Oggi, purtroppo, molto

5. Quanto conta il formalismo?
Un poco

6. Matematica e grammatica sono legate?
Anche la matematica ha una sua grammatica

6b. Lei parla “matematica” correttamente?
Cerco di scriverla correttamente, ma quando parlo di matematica mi esprimo alla buona

7. Quanto bisogna essere portati per riuscire in matematica?
Per fare buona matematica bisogna essere molto portati

per fare cosa bisogna avere meno di trenta anni?
Di solito per fare cose che richiedono fantasia e immaginazione

7b. Lei è portato?
Non saprei se sono veramente portato per la matematica, ma mi piace risolvere problemi di matematica

e da quando?
da quando a scuola mi sono imbattuto nei libri di giochi matematici di Martin Gardner

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *