Pin It

Il primo agosto 2018, Alessio Figalli, matematico italiano, anzi romano, nato nel 1984, ha ricevuto la medaglia Fields. Prima di lui solo un altro italiano, Enrico Bombieri, era stato insignito di quello che è il massimo riconoscimento per un matematico. Roberto Natalini lo ha intervistato nel corso del XXI congresso dell’Unione Matematica Italiana, che si è tenuto a Pavia nel settembre scorso, e dove Figalli era stato invitato per tenere una conferenza rivolta a un pubblico non solo di specialisti. L’intervista è stata pubblicata dalla rivista Prisma e la riproponiamo in versione integrale qui sotto (cliccando sulla freccetta nel quadratino in alto a destra del documento, potete aprirlo in un’altra finestra e scaricarlo), per gentile concessione della rivista. Voi però andatevi a leggere tutto il numero di Prisma di Novembre sul sito o in edicola, troverete tante cose interessanti.

 

Roberto Natalini [coordinatore del sito], è dirigente di ricerca del CNR, e lavora a Roma presso l’Istituto per le Applicazioni del Calcolo “Mauro Picone”. I suoi principali interessi scientifici riguardano lo studio analitico e numerico delle equazioni alle derivate parziali (in particolare quelle iperboliche e paraboliche) e le loro applicazioni che comprendono, tra le altre, la biologia, la conservazione dei monumenti, il traffico e la gasdinamica.

Twitter Google+ 

Pin It
This website uses the awesome plugin.