Pin It

Yakov “Yasha” Eliashberg della Stanford University è tra i vincitori del Premio Wolf del 2020 in matematica, per il suo contributo nei campi della geometria differenziale e della topologia.

Assegnato dal 1978, il Premio Wolf è destinato a “scienziati e artisti di spicco di tutto il mondo (…) per i successi conseguiti nell’interesse dell’umanità e le relazioni amichevoli tra i popoli”. Insieme alla Fields Medal e al Premio Abel è considerato simile a un Nobel in matematica.

Eliashberg condivide il premio di quest’anno (che corrisponde a 100 mila dollari) con il matematico Sir Simon Donaldson, della Stony Brook University di New York e dell’Imperial College di Londra. “Sono estremamente onorato di essere riconosciuto insieme a Simon”, ha dichiarato Eliashberg.

Eliashberg è uno dei fondatori della topologia simplettica e di contatto, campo nato in parte dallo studio di vari fenomeni classici in fisica che coinvolgono l’evoluzione di sistemi meccanici come molle e sistemi planetari. “L’emergere della topologia simplettica e di contatto è stato uno dei più sorprendenti progressi a lungo termine nella ricerca matematica negli ultimi quattro decenni”, si legge nella motivazione del premio della Fondazione Wolf.

Eliashberg ha dichiarato che, al livello più elementare, è specializzato nel portare la prospettiva di un geometra ai problemi di matematica e fisica. “La geometria è essenzialmente un modo di pensare. Ogni persona sceglie il modo di pensare più adatto a sé, e mi è capitato di scoprire che, per rispondere alle domande, devo visualizzarle e pensarle in termini geometrici”.

Eliashberg riceverà il premio l’11 giugno a Gerusalemme durante una riunione speciale del parlamento israeliano.

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin