Pin It

Il Dipartimento di Matematica del Massachusetts Institute of Technology (USA) ogni anno organizza la Simons Lecture Series con l’obiettivo di celebrare i migliori risultati in matematica ottenuti dai più brillanti matematici attivi nel mondo. Il format di queste lezioni ha subito una evoluzione dalla prima edizione nel 1999 ed ora comprende due settimane di lezioni, una in matematica pura e l’altra in matematica applicata, che si tengono in primavera. Il sostegno economico di questa iniziativa è offerto da Jim Simons, il matematico americano, hedge fund manager e filantropo, che attraverso la sua Fondazione sostiene molti progetti in matematica e nella ricerca in genere.

Il primo docente delle Simons Lecture Series è stato nel 1999 Laurent Lafforgue, il matematico francese noto per i suoi contributi al programma di Langlands in teoria dei numeri ed analisi e vincitore di Medaglia Fields nel 2002 al Congresso Internazionale di Beijing. Attraverso gli anni, la lista degli speakers è sempre stata di altissimo livello, coinvolgendo nella matematica pura Andrei Okounkov, John Conway, Nigel Hitching, Grigory Perelman, Wendelin Werner, Robert MacPherson, Manjul Bhargava, Raphael Rouquier, Ben Green, Terry Tao, Alexander Lubotzky, Akshay Venkatesh ed Ethienne Ghys. Quest’anno per la prima volta uno dei due docenti scelti è stata una donna, la matematica francese Laure Saint-Raymond, dell’Ecole Normale Superieure, che ha intitolato la sua serie di tre lezioni “From particle systems to kinetic equations”. Le lezioni di matematica applicata sono invece state tenute da Leslie Greengard della New York University, sul tema “ New mathematical approaches in acoustics and electromagnetics”. Laure Saint-Raymond, nata nel 1975, lavora nelle equazioni alle derivate parziali. Ha conseguito il suo Ph.D. all’Università Paris Diderot nel 2000, sotto la guida di Francoise Golse. È stata nominata professore in matematica nel 2002, all’età di 27 anni, presso l’Università Pierre e Marie Curie a Parigi. Nel 2008 ha ricevuto uno dei dieci premi della European Mathematical Society per il suo lavoro sul limite idrodinamico dell’equazione di Boltzmann in relazione al sesto problema di Hilbert. A Seoul, nel 2014, ha tenuto una delle conferenze su invito al Congresso Internazionale dei Matematici. Attualmente è Vice-Direttore del Dipartimento di matematica della École Normale Superieure. Laure offre uno degli esempi migliori di realizzazione di successo del “work-life balance” , essendo madre di sei figli.

Elisabetta Strickland

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin