Pin It

Sedersi sugli allori è un rischio molto concreto, soprattutto per i vincitori della Medaglia Fields, il più prestigioso riconoscimento nel campo della matematica attribuito ai matematici che non hanno ancora compiuto quarant’anni. Secondo uno studio della University of Notre Dame, infatti, la Medaglia Fields piu’ che stimolare il lavoro di chi la riceve ne uccide la produttività. I matematici che se la aggiudicano risultano infatti pubblicare molto meno lavori rispetto ai loro “omologhi” non medagliati, ossia  matematici con meno di quarant’anni altamente citati dai colleghi che pero’ non hanno mai vinto la medaglia. Secondo gli autori della ricerca, George J. Borjas e Kirk B. Doran, il calo si spiegherebbe con quello che in economia e’ chiamato “effetto ricchezza”. L’impatto della Medaglia Fields e’ significativo, non tanto in termini pecuniari (il premio in denaro e’ solo di 15 mila dollari) quanto in quelli di carriera, che per un vincitore di un tale premio e’ completamente spianata. Ottenere cosi’ tanta ricchezza in termini di prestigio, quindi, di opportunità e di sicurezza del lavoro, indurrebbe i vincitori a dedicarsi di piu’ al tempo libero. Il risultato e’ meno articoli e meno importanti, oltre che un minor numero di citazioni. Un effetto sorprendente riscontrato dai due scienziati e’ che i vincitori, avendo già raggiunto l’apice della propria carriera, prendono piu’ rischi, esplorando nuove aree della matematica. Aree in cui non sono esperti: questo potrebbe essere un ulteriore fattore che contribuisce alla loro scarsa produttività.

a cura di Stefano Pisani

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin