India: non c'è industria senza matematica

On February 18, 2009

In India, i ministri capisco l'importanza della matematica per l'industria.

 

Le industrie e la matematica hanno legami fortissimi e nulla può essere accurato senza calcoli e modelli matematici. Ad affermarlo, è il ministro indiano per gli affari interni Shri Prakash Jaiswal, che durante il convegno “La matematica e le sua applicazioni nell’industria”  che si è tenuto a Kanpur e a cui è stato invitato coem ospite d'onore, ha anche ricordato che "l’India è il paese che ha inventato lo zero e il sistema decimale. Da Aryabhatta a Ramanujam, il paese ha prodotto molti grandi matematici. Tutti loro sapevano che le leggi della natura possono essere espresse con equazioni matematiche. La tecnologia dipende dalle scoperte della scienza e le scoperte della scienza sono legate essenzialmente ai nuovi strumenti matematici”.  Opinione condivisa anche da  Ashok Srivastava, matematico indiano della Louisiana State University e collaboratore della Nasa, che nel suo discorso di benvenuto ha sottolineato che l’innovazione cresce e si incrementa sui risultati della ricerca scientifica, e questa ricerca è guidata dalla matematica. Piyush Chandra, della Colgate University, nel discorso di aperture della sessione, ha poi analizzato le relazioni tra matematica, scienza e industria, centrando l’attenzione sui numerosi problemi che le industrie devono risolvere dal punto di vista ecologico e che possono essere affrontati proprio attraverso modelli matematici implementati da computer che possono trattare velocemente i dati.

Fonte: The Times of India

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *