I videogiochi ci spiegano la matematica!

On December 20, 2009

I giochi su Internet possono stimolare l'interesse dei bambini per le materie scientifiche, secondo un docente dell'Università di Oxford che ricorre alla danza per spiegare i teoremi.

 

Marcus du Sautoy ritiene che l'insegnamento della matematica nelle scuole secondarie britanniche, frequentate dai ragazzini dagli 11 ai 16 anni, stia attraversando un vero e proprio momento di crisi. Infatti, secondo il docente, oggi anche gli alunni più entusiasti "perdono interesse e si annoiano".

La sua risposta al problema? Un sito Internet dedicato alla matematica che si prefigge di insegnare ai ragazzini la geometria e le equazioni utilizzando i videogame.

Il sito http://www.mangahigh.com mette a disposizione dei visitatori giochi gratuiti con illustrazioni in stile cartone animato giapponese. Inoltre, offrendo anche corsi di matematica, esso si rivolge sia alle scuole che ai singoli alunni.

Du Sautoy è uno dei consulenti del sito, creato dall'imprenditore Toby Rowland, co-fondatore di King.com, una delle principali aziende di Internet, e figlio del defunto magnate Roland "Tiny" Rowland. I due si erano conosciuti all'Università di Oxford.

"Ho notato quanto mio figlio giocasse su internet, con la PS3, e quando Toby venne da me e mi disse che si potevano usare tutte quelle funzioni... ho pensato che si trattasse di una sfida interessante", ha raccontato Du Sautoy.

Tra i vari videogiochi proposti, ed utilizzati già da alcune scuole a Londra e nel Tennessee, c'è  "Save Our Dumb Planet", in cui i bambini devono inserire delle coordinate in un grafico per dirigere un missile contro un asteroide che sta per colpire la Terra.

Du Sautoy ritiene che questo gioco sia un buon esempio del tipo di matematica usata   concretamente dagli scienziati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

this site uses the awesome footnotes Plugin