Pin It

Partendo dalla vostra rete di amicizie su Facebook, è possibile individuare chi sia il vostro eventuale partner.

Un algoritmo sviluppato da Jon Kleinberg, professore di informatica della Tisch University e Lars Backstrom, dottore di ricerca in informatica che attualmente lavora presso Facebook, consente di identificare con una probabilità del 70%, il coniuge, il fidanzato o il compagno di un utente del noto social network, analizzando la sua rete di amicizie.

Il metodo funziona meglio quando la coppia in questione è sposata e si ottengono risultati migliori anche a seconda della durata della relazione. I ricercatori hanno testato il loro algoritmo su dati anonimi di 1,3 milioni di utenti selezionati a caso, con un’età superiore ai venti anni e che avevano inserito nel loro profilo Facebook l’informazione sposato, fidanzato ufficialmente o in una relazione. Insieme alla lista di amici dell’utente, i dati mostravano anche come gli amici erano collegati l’uno all’altro.

La prima idea sviluppata è stata di considerare il partner come “incorporato”, ovvero che una coppia ha molti amici in comune. I ricercatori hanno scoperto che in realtà tale ipotesi non funziona correttamente, ottenendo un risultato positivo con una probabilità del 25 per cento. Hanno introdotto allora la “dispersione“, ovvero che gli amici comuni della coppia non sono necessariamente collegati tra di loro. Nella vita reale in effetti il vostro coniuge vi accompagna nei vostri viaggi e nelle vostre attività, conosce le persone del vostro ufficio, della vostra famiglia e così via, e queste persone raramente si incontrano tra loro.

Combinando questi due fattori le prestazioni dell’algoritmo migliorano. I ricercatori hanno allora preso in considerazione la dispersività degli amici, per esempio se il collega che il vostro partner conosce è collegato a qualcuno della vostra palestra ed infine, hanno aggiunto una misura dell’interazione tra due utenti: ad esempio quanto spesso guardano l’uno il profilo dell’altro, se frequentano gli stessi eventi o appaiono insieme nelle foto.

Alla fine l’algoritmo è stato in grado di identificare il partner il 70,5% delle volte. Altri profili che possono essere scelti dall’algoritmo sono i membri della famiglia. I ricercatori sono stati in grado di individuare se un utente è single o impegnato con una probabilità del 68,3%, e in tal caso, di determinare se è sposato con una precisione del 79% . Una curiosità: quando l’algoritmo non selezionava correttamente il partner, si notava un aumento significativo della probabilità che la coppia si lasci in breve tempo.

 

image001

Sopra, rappresentazione della rete di amicizie di un utente Facebook.
Si possono notare due gruppi fortemente legati a ore 3 ed a ore 12: probabilmente questi due gruppi sono i colleghi di lavoro ed i compagni di università. Invece in basso, a ore 7, c’é un nodo più isolato che condivide link con diversi gruppi di amici dell’utente centrale. Secondo l’algoritmo è lui il partner dell’utente

 

 

 

a cura di Cristiana Di Russo

 

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin