Facciamo contare gli inglesi

On September 30, 2012

Il prestigioso giornale inglese Telegraph ha aperto nel 2012 una nuova importante campagna “Make Britain Count”, ovvero “Facciamo contare gli Inglesi”, per affrontare il problema del crescente peggioramento delle capacità di calcolo in Gran Bretagna, dove ben sette milioni di adulti non riesce a comprendere anche calcoli matematici di base.

 

Una campagna per potenziare le capacità matematiche non dovrebbe coinvolgere bambini di più di 11 anni e persone adulte, ma purtroppo vista la situazione particolare che sta vivendo la Gran Bretagna, così non è. Infatti la campagna del Telegraph è indirizzata proprio a quei sette milioni di adulti che hanno grosse lacune in matematica e che per questa ragione sono diventati un problema per l’economia inglese.
Inoltre, nel corso degli ultimi anni, si è abbassato notevolmente il livello delle conoscenze matematiche anche nelle fasce più giovani della popolazione ed è per questo che il Telegraph ha deciso di cercare di arginare questa situazione potenzialmente molto rischiosa.
Gli inglesi possono quindi consultare questa rubrica del Telegraph per informarsi e leggere numerosi articoli su questo tema. Per esempio vengono analizzate le ragioni storiche che hanno oggi prodotto tale situazione, ma anche tutti quei condizionamenti sociali e psicologici che rendono la matematica una materia di difficile comprensione.
Vengono inoltre forniti anche dei suggerimenti per poter superare queste difficoltà. Sono per esempio spiegati alcuni possibili approcci per facilitare la comprensione della matematica per i bambini. Rendere la matematica divertente è possibile e questo sicuramente aiuta a comprendere più facilmente concetti anche molto complessi.
Tale campagna oltre ad essere diffusa mediante il sito del giornale stesso è anche sviluppata sui principali social network. E’ possibile infatti aderire alla campagna ed essere costantemente aggiornati mediante le pagine dedicate ad essa su Facebook e Twitter.

 

Fonte: http://www.telegraph.co.uk/education/maths-reform/

A cura di Alice Sepe

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

this site uses the awesome footnotes Plugin