Ecco a voi il critico “cinematematico”.

On October 2, 2009

Orrin K. è un giornalista freelancer che si occupa di cinema. In uno dei suoi ultimi articoli ha giudicato ironicamente alcuni film in modo alternativo, ovvero con la “matematica”.

Uno dei film che ha analizzato dettagliatamente è stato “Indovina chi”. Questa commedia, uscita nelle sale nel 2005, descrive il primo incontro tra Simon, interpretato da Ashton Kutcher, ed il suo futuro suocero interpretato da Bernie Mac.

Il film è stato giudicato “matematicamente” dal giornalista in questo modo:

Indovina chi =2/3[Indovina chi viene a Cena - significato sociale + Ben Stiller in “Ti presento i miei” + Ashton Kutcher in “La figlia del mio capo”] + 1/3 (mezz’ora di sitcom).

La formula andrebbe interpretata come segue:

Il film è il remake di “Indovina chi viene a cena” , noto film degli anni sessanta. Nella versione originale il protagonista era un uomo nero che cercava l’approvazione dei genitori della sua fidanzata bianca. Qui la situazione invece è invertita.

Le difficoltà che oggi una coppia multietnica affronta sono molto diverse da quelle degli anni 60, per questo motivo si deve sottrarre il messaggio sociale che il film trasmette rispetto a quello del film originale.

Privato del suo tema sociale, il film risulta quindi piuttosto simile a“Ti presento i miei”, con la differenza che invece di Ben Stiller qui il protagonista è Ashton Kutcher, che ricopre lo stesso ruolo del suo film precedente “La figlia del mio capo” dove cercava di impressionare il padre della sua ragazza.

Nella terza parte del film, quando sia Bernie Mac che Ashton Kutcher hanno deluso le loro compagne al punto che entrambi vengono lasciati, i due collaborano per farle tornare da loro con tanto di serenata di Ashton Kutcher sulle note di Barry White. Ed è qui che cade nei meccanismi tipici delle sitcom.

Ecco altri film che non vengono risparmiati delle sue critiche..anzi dai suoi “calcoli”:
Ocean's 12 = Ocean's 11 – trama sensata +  [ (auto stima di George Clooney) X (auto stima di Brad Pitt) X (auto stima di Matt Damon)] ^2 + inutili apparizioni cameo di famose star.
Night at the Roxbury = Una parodia del Saturday Night Live (SNL)+ 100 minuti

E alla fine arriva Polly= Commedia Romantica -1/2 del solito livello di comicità di Ben Stiller + (un personaggio alla Jack Black – la presenza di Jack Black)-  impedimenti romantici.

I fantastici 4= X-men - un bravo regista - bravi attori - effetti speciali + il fascino e la bellezza di Jessica Alba.

Un’impresa da Dio= Una settimana da Dio – Jim Carrey + 94 milioni di dollari.

Dove spendere più di 94 milioni di dollari per costruire una gigante arca di Noè non ha comunque  compensato l’assenza di Jim Carrey nel ruolo di protagonista.

Ma il film che, a giudicare dalla “complessità delle formule”, il nostro critico cinematematico non ha proprio gradito  è Trasformers , in quanto:

Transformers= Il ragazzo di provincia che diventa amico di un alieno (stile E.T.) + una stupida trama del regista + un comico nero + un marine prepotente + un ufficiale governativo incapace + esplosioni^2 +8 (del tempo medio dedicato alle macchine in un film)- sviluppo dei personaggi + k

dove k=3*(bellezza delle attrici) +1/2 delle loro capacità di attrici.

Alla luce di quanto letto resta solo una cosa da dire: registi e attori state in allerta perchè il critico cinematematico vi osserva!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *