Pin It

Alan Turing, considerato il padre dell’informatica e dell’intelligenza artificiale, nasce il 23 giugno 1912 a Maida Vale, un sobborgo di Londra, da Julius, alto funzionario amministrativo della provincia di Madras, nell’India britannica e Ethel Sara Stoney, figlia di un ingegnere delle ferrovie dell’impero. Nel 1918, Alan viene iscritto all’Hazelhurst, convitto in cui il piccolo allievo mostra subito una spiccata inclinazione per i numeri e le scienze naturali. In tenera età, si dice che Turing abbia imparato a leggere da solo in sole tre settimane e la sua scoperta dei numeri gli abbia poi trasmesso l’abitudine di fermarsi a ogni lampione per trovare il numero di serie.

Nell’estate del 1919, la famiglia Turing si concede una vacanza piuttosto elegante a Ullapool, nell’estremo nord-est della Scozia. Mentre il signor Turing e John, il fratello maggiore di Alan, si dedicano alla pesca delle trote nel lago mentre la signora Turing fa loro un ritratto, Alan gioca nel prato. A un certo punto, gli viene l’idea di raccogliere miele selvatico per il tè del pomeriggio. Come fare a individuare l’alveare delle api che ronzano intorno a lui? Ma naturalmente (…) studiando mentalmente le rotte dei loro voli e tracciando un’area corrispondente all’incirca alla loro intersezione. Lì, si sarebbe trovato l’alveare, e in effetti c’era. I Turing furono molto sorpresi e colpiti da questa scoperta, al punto che perfino il tè, quasi quasi, passò in secondo piano.

 

Pin It
This site uses the awesome Plugin.