Risultati del concorso MaddMaths! “Inventa la tua prova di matematica per la Maturità”

On March 30, 2015

Finalmente sono finiti i lavori della giuria e possiamo pubblicare i risultati del concorso MaddMaths! “Inventa la tua prova di matematica per la Maturità”. Buona lettura.

Pubblichiamo i risultati del concorso MaddMaths! “Inventa la tua prova di matematica per la Maturità”. Il concorso, bandito nello scorso mese di giugno sulle pagine del sito di divulgazione MaddMaths!, ha visto una partecipazione abbastanza esigua di proposte (soltanto nove), in compenso tutte molto qualificate sotto il punto di vista didattico.

L'esigenza di bandire il concorso nasceva dal fatto che ogni anno la prova di matematica assegnata ai maturandi dei Licei Scientifici fa discutere sia chi vive all'interno del mondo della scuola sia chi opera in contesti non prettamente scolastici (ma che di matematica, ovviamente, se ne intende), sia gli stessi maturandi. Una delle obiezioni spesso sollevate è che l'immagine della matematica che emerge dai quesiti proposti risulta il più delle volte scoraggiante e molto lontana da un'idea moderna di questa disciplina. Molti auspicano il rilancio di una matematica meno gratuita, con un maggior uso della fantasia, o anche solo più appassionante.

La redazione MaddMaths! ha voluto farsi interprete, in senso costruttivo, di queste istanze invitando tutti gli interessati a formulare proposte di prove coerenti con le Indicazioni Nazionali per i Licei Scientifici. La giuria, composta da tre esperti esterni, Adriana Lanza, Giuliana Massotti, Lorenzo Mazza, e coordinata dal sottoscritto, ha valutato gli elaborati pervenuti, sulla base di alcuni criteri fondamentali:

- Originalità e creatività

- Valorizzazione dell'immagine della matematica

- Coerenza con le Indicazioni Nazionali

La classifica stilata dalla giuria è risultata essere la seguente:

  1. Lorenzo Meneghini (NB: Lorenzo Meneghini ha presentato due elaborati distinti, qui prendiamo in esame quello più classico con due problemi e dieci quesiti).

  2. Claudia Zampolini

  3. Francesco Daddi

Per i migliori esercizi o quesiti, la giuria segnala il Problema 2 di Lorenzo Meneghini (primo elaborato) e Problema 8 di Claudia Zampolini.

Nel seguito trovate il giudizio analitico della giuria e tutti gli elaborati proposti, che verranno sottoposti all'attenzione del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Roberto Natalini


CONCORSO MaddMaths!

Inventa la tua prova di matematica per la Maturità”

Relazione della giuria

Composizione della giuria: Adriana Lanza, Giuliana Massotti, Lorenzo Mazza

Coordinatore dei lavori: Roberto Natalini

Riflessioni e giudizio globale sugli elaborati

Le prove esaminate sono quasi tutte degne di nota soprattutto per creatività. Nella maggior parte degli elaborati proposti dai concorrenti è stata adottata la struttura conforme alle norme vigenti (scelta di uno tra due problemi proposti e di cinque quesiti tra i dieci proposti), probabilmente perché è stata in tal senso interpretata la condizione del bando del concorso La prova dovrà essere appropriata per un esame di maturità nella forma e nei contenuti e assolutamente coerente con le Indicazioni Nazionali per i Licei Scientifici”

Le proposte di struttura alternativa , pur degne di attenzione, non sono apparse del tutto convincenti o perché non era ben chiaro se e come fosse data al candidato l’opzione di scelta, o, al contrario, perché le modalità di scelta dei quesiti proposti appariva troppo minuziosa e dispersiva. Maggiore interesse suscitano le tracce dei singoli quesiti, sia tra le proposte giudicate globalmente migliori, sia tra quelle ritenute meno convincenti. La loro lettura può fornire molti spunti per la formulazione di tracce d’esame, ma anche di prove da somministrare <<in itinere>> alle classi di liceo scientifico (non solo alle quinte), compatibilmente con gli obiettivi formativi raggiunti.

I contenuti sono per lo più coerenti con le Indicazioni nazionali per i licei scientifici. L’invito all’approccio didattico basato sulla modellizzazione è stato visto sia come risoluzione di problemi contestualizzati, sia sul piano dell’astrazione e della sintesi formale. Non mancano quesiti le cui risposte richiedono, oltre che conoscenze adeguate, creatività o duttilità applicativa. È apparsa inoltre evidente, nella maggior parte delle proposte, l’esigenza di conciliare la presenza di tracce innovative nei contenuti e/o nella formulazione, con la proposta di problemi o quesiti di taglio tradizionale, di stampo più classico anche rispetto alle più recenti prove d’esame. Tale esigenza è probabilmente dettata da un atteggiamento rispettoso della diversità dei percorsi didattici dei docenti e della personalità degli studenti.

Giudizi sugli elaborati giudicati migliori

1. Lorenzo Meneghini (NB: Lorenzo Meneghini ha presentato due elaborati distinti, qui prendiamo in esame quello più classico con due problemi e dieci quesiti).

Prova ben strutturata e calibrata, compaiono esercizi sui nuovi argomenti introdotti dalle recenti indicazioni ministeriali, altri con un taglio più concreto e reale e altri ancora più standard. Un testo globalmente gradevole e appropriato quale possibile proposta per una maturità scientifica.
Formulazione chiara e corretta. Varietà nei contenuti e nella tipologia delle tracce; non mancano i riferimenti al reale e il collegamento con la fisica. Sono presenti e
lementi innovativi nel problema 2, nel quale ben si collegano richieste tradizionali come il calcolo di volumi con richieste su argomenti di recente introduzione come la distribuzione di probabilità e l'uso consapevole della calcolatrice.

2. Claudia Zampolini

Problemi interessanti perché creativi e che presentano una buona immagine della matematica. Struttura innovativa abbastanza appropriata, viene infatti richiesto di risolvere 4 problemi sugli otto presenti e 5 quesiti sui 10 proposti, con una durata di 5 ore la possibilità di usare la calcolatrice grafica, anche se la proposta di somministrare tracce piuttosto brevi, aumentandone il numero, rischia di disorientare lo studente e rende meno agevole la valutazione e la comparazione dei risultati. Contenuti significativi coerenti con gli OSA delle Indicazioni Nazionali. Quasi tutte le tracce , dei quesiti e dei problemi, favoriscono un approccio risolutivo basato sulla modellizzazione e sulla progettualità. Rispetta i procedimenti e i metodi caratteristici del pensiero matematico ( congetturare, dedurre, dimostrare, argomentare ) e valorizza l’immagine della matematica quale strumento versatile e flessibile per interpretare la realtà .

3. Francesco Daddi

Struttura innovativa non molto appropriata : eccessivo il numero di tracce proposte (2 problemi, 4 quesiti e 8 esercizi su 18 proposti) e poco agevoli le condizioni di scelta. La formulazione è generalmente chiara e si nota una buona varietà nella tipologia dei quesiti. Contenuti significativi e per lo più coerenti con gli OSA delle Indicazioni Nazionali Sono presenti elementi di originalità o creatività negli esercizi 4 e 15, degno di nota l’esercizio 9 sui numeri complessi. Valorizza l’immagine della matematica nei suoi procedimenti e metodi caratteristici ( congetturare, dedurre, dimostrare, argomentare ) con qualche spunto per un approccio alla modellizzazione.

Migliori Esercizi: Problema 2 in Meneghini (primo elaborato) e Problema 8 in Zampolini

Problema 2 - Meneghini1

Il problema, strutturato in modo tradizionale, presenta alcuni aspetti interessanti per la flessibilità con cui viene proposto lo studio della famiglia di funzioni, approccio che richiede una gestione attenta e consapevole delle variabili. Apprezzabile , nella seconda parte, la proposta di una serie di domande la cui risposta esige un utilizzo personalizzato degli strumenti di calcolo.

Problema 8 – Zampolini

È un buon esempio di problema a carattere interdisciplinare. Punto di partenza è un grafico che richiama i risultati di un esperimento di laboratorio. Valida la scelta del fenomeno del raffreddamento , familiare a tutti, e opportuna la nota con cui si fornisce il supporto teorico necessario per la costruzione del modello matematico ma anche per verificare eventuali congetture circa la natura del grafico. Le domande mirano a testare la capacità di interpretare un grafico e trarne informazioni di tipo qualitativo e quantitativo ma anche la conoscenza dei contenuti e dei metodi dell’ Analisi.

Pubblichiamo di seguito tutti gli elaborati ricevuti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

this site uses the awesome footnotes Plugin