Pin It

Elisabetta Strickland ci regala una nuova opera, questa volta strettamente narrativa, concepita e prodotta in questo periodo di emergenza.

L’esperienza unica e straordinaria del confinamento dovuto alla pandemia da coronavirus viene ambientata nel palcoscenico virtuale di un gruppo WhatsApp, attraverso messaggi scambiati da quattro donne che, nella loro semplicità e quotidianità, non tralasciano di analizzare gli eventi del più ampio contesto nazionale e mondiale. Pur mantenendo la vena ludica che ha consentito a questa piccola squadra di metabolizzare  l’emergenza, viene centrato l’obiettivo di prendersi cura e proteggere ciò a cui maggiormente tengono, senza fare passi indietro. Il risultato è che una semplice applicazione di messagistica istantanea si trasforma in un’ancora di salvezza, un modo di sentirsi in prima linea e di analizzare gli scenari che si parano loro davanti in un periodo di poche certezze.

L’autrice. Elisabetta Strickland è una matematica, scrittrice e accademica italiana. È stata Vice-Presidente dell’Istituto Nazionale di Alta Matematica. È membro della Women in Mathematics Committee della European Mathematical Societ e Ambasciatrice dell’Italia presso la Committee for Women in Mathematics dell’International Mathematical Union. Questo è il suo sesto libro di narrativa. Su MaddMaths! avevamo recensito il suo precedente libro “The Ascent of Mary Somerville in 19th Century Society” .

Distanti ma unite
Elisabetta Strickland
Pagine: 236
Anno di Edizione: 2020
Editore: Universitalia
Formato: 14×21
ISBN: 9788832933628
Prezzo: 15€
Acquistabile in libreria ordinandolo a ordini@universitaliasrl.it oppure a questo link

 

 

 

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin