Pin It

Il 26 marzo sono 10 anni dalla prima volta che MaddMaths! è stato messo online. I collaboratori e i lettori del sito ci propongono i loro ricordi sulla prima volta che hanno incontrato MaddMaths!. È la volta di Anna Maria Cherubini

Roberto Natalini mi ha presentato Maddmaths! due anni fa, prima era un sito che non frequentavo.

Capita che da un po’ di tempo legga quasi esclusivamente siti non italiani, che si tratti di news, matematica, blog o altro. Perché lì fuori c’è un universo vastissimo a cui tutto il mondo partecipa e in cui è più facile trovare documentazione aggiornata e di qualità, e idee e movimento. Poi, da qualche anno, per quanto riguarda l’università in generale e la matematica in particolare, trovo entusiasmo e curiosità e sento voglia di raccontare e di fare e sperimentare all’estero, in Italia l’accademia sembra stanca e sfiduciata. E così, a poco a poco, ho spostato l’asse della mia attenzione e la mia ricerca di informazione fuori dall’ambito italiano, anche contribuendo io stessa un po’: quando ho incontrato Maddmaths! avevo cominciato da poco a coordinare la newsletter di EWM, l’associazione delle donne matematiche europee.

A proposito: nonostante siano discusse da decenni, e siano uno dei filoni mainstream per l’Europa, le problematiche di scienza e genere in Italia si sono affacciate alla finestra dei media, e hanno guadagnato qualche attenzione ufficiale nel mondo dell’educazione e della ricerca, solo molto recentemente (anche grazie all’attenzione di Roberto).

E insomma, un bel giorno Roberto mi scrive per propormi la recensione di “Hidden figures” (in italiano “Il diritto di contare”). E io ho accettato: perché amo il cinema e amo parlarne, e non mi era mai successo che qualcuno mi chiedesse di scrivere di cinema con la scusa della matematica. In quel periodo lavoravo a Londra dove il film era già nelle sale, quindi ho potuto vederlo e scrivere la recensione subito prima che uscisse in Italia, in occasione dell’8 marzo. E mi sono divertita molto.

Così, dalla porta della mia passione per il cinema, ho scoperto Maddmaths! e ho scoperto tutto il mondo curioso e creativo che gli ruota attorno.

E quindi buon compleanno a Maddmaths!: chissà che ci combinerà ora che diventa teen-ager.

Anna Maria Cherubini

 

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin