Pin It

Brevi consigli per letture matematiche da fare durante l’estate (e non solo!). Hykel Hosni ci consiglia L’arte della statistica: Cosa ci insegnano i dati di David Spiegelhalter. Su questa pagina puoi leggere tutte le letture consigliate finora.

L’arte della statistica ha tutte la caratteristiche per diventare un classico. Coniuga infatti una notevole cura espositiva alla profondità degli argomenti trattati. Ma soprattutto riesce a dire cose un po’ diverse alle diverse persone che lo leggono. Al pubblico accademico dà un esempio di come sarebbe bello riuscire a scrivere della propria area di ricerca. Alle docenti e ai docenti delle scuole superiori fornisce moltissimi spunti per approfondimenti didattici basati su problemi di ragionamento concreti più che sulla manipolazione formale, favorendo così lo sviluppo di competenze matematiche trasversali. Al pubblico generale, che ovviamente include le categorie precedenti, fornisce infine un compendio di educazione civica, e in questo breve invito alla lettura, mi concentrerò su questo ultimo aspetto.

L’idea centrale intorno a cui David Spiegelhalter articola la sua impostazione è semplice: i numeri non parlano mai da soli, ma siamo noi che, nei vari contesti, attribuiamo loro significati più o meno espliciti e soprattutto mai neutrali. Quest’idea si materializza anche nello slogan del Winton Centre di Cambridge fondato dallo stesso autore, e che recita così: per informare, non per persuadere. La prima parte del volume è dedicata ad articolare questo punto attraverso esempi selezionati accuratamente che allertano qualsiasi lettrice o lettore interessato rispetto alle molte trappole della retorica fatta per via matematica — dai grafici fuorvianti ai numeri fuori dal contesto.

Mettere in guardia rispetto all’idea posticcia che i dati siano oggettivi, così come le conclusioni di ragionamenti statisticamente (e in generale scientificamente) molto sofisticati, a mio parere assume particolare importanza alla luce dell’interesse generale, che a volte si trasforma in entusiasmo acritico, per le metodologie connesse all’apprendimento meccanico. Spiegelhalter ha dato contributi importanti all’area prima che questa entrasse nella sua terza e attuale generazione, quella guidata dai successi straordinari del “deep learning”.  In quest’ottica è particolarmente istruttivo il capitolo che L’arte della Statistica dedica alla demistificazione delle previsioni algoritmiche condotta attraverso lo svolgimento di un esercizio canonico nell’area: la previsione della sopravvivenza dei passeggeri del Titanic.

Hykel Hosni

L’ arte della statistica. Cosa ci insegnano i dati
David Spiegelhalter
Traduttore: Luisa Doplicher, A. Gewurz Daniele
Editore: Einaudi
Collana: Piccola biblioteca Einaudi. I Maverick
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 3 novembre 2020
Pagine: XXIV-320 p., BrossuraIl

 

 

 

Hykel Hosni

Pin It
This website uses the awesome plugin.