Pin It
Il 26 giugno, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ospita Louis Nirenberg, per celebrare il Premio Abel 2015 (vinto con il recentemente scomparso John Nash) e festeggiare i suoi 90 anni.
L’ateneo romano ha organizzato un pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.00, durante il quale si alterneranno importanti relatori: Xavier Cabré (ICREA and UPC Barcelona, Spain), Maria J. Esteban (Paris Dauphine, France), Michael Struwe (ETH Zurich, Switzerland), Claude Viterbo (ENS Paris, France).
Il Premio Abel, a differenza della Medaglia Fields che segnala i giovani, promettenti talenti (entro i quarant’anni di età), è un premio che dal 2003 viene assegnato quasi “alla carriera”, a matematici di qualunque età che si siano contraddistinti per i loro eccezionali lavori. Quest’anno, l’Accademia Svedese delle Scienze e delle Lettere ha conferito il riconoscimento a John Nash, prima della sua tragica morte, e a Louis Nirenberg.
Nirenberg, matematico americano nato nel 1925 in Canada e che ha compiuto 90 anni pochi mesi fa, è stato premiato dall’Accademia “per i suoi contributi alla teoria della equazioni alle derivate parziali non lineari e le sue applicazione all’analisi geometrica”. In particolare, nel campo delle equazioni alle derivate parziali: il premio Abel gli è stato infatti assegnato, in condivisione con Nash, per i suoi lavori sulla regolarità delle soluzioni delle equazioni ellittiche lineari. Si tratta di oggetti che riguardano argomenti come la fluidodinamica, la fisica dei plasma, i problemi dei vortici. Gli studi di Nash e Nirenberg hanno contribuito a fornire uno scema dimostrativo per la regolarità delle soluzioni deboli in problemi ellittici.
Con l’Italia, Nirenberg ha un rapporto particolare, una “storia d’amore” cominciata grazie al grande matematico Guido Stampacchia. “Con Stampacchia, Nirenberg ebbe uno splendido rapporto: era un giovane studente straniero agli inizi e venne estremamente influenzato da un grande matematico come Stampacchia, anche sotto il profilo umano. Credo che sia proprio quella stupenda esperienza ad averlo bendisposto nei confronti di tutta la comunità matematica italiana, che a sua volta gli ricambia la stima e l’affetto”, ricorda Gabriella Tarantello, dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, che con Daniele Castorina, dello stesso ateneo, ha organizzato “An Afternoon of Mathematics at Tor Vergata with Louis Nirenberg”, Dipartimento di Matematica, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Roma, 26 giugno 14:30-18:00.

Pin It
this site uses the awesome footnotes Plugin